Foto di scena: Slava Snowshow Blue Canary - LAC Lugano Arte e Cultura, 24 e 25 marzo 2023
Foto di scena: Slava Snowshow Blue Canary - LAC Lugano Arte e Cultura, 24 e 25 marzo 2023
Foto di scena: Slava Snowshow Blue Canary © Andrea Lopez

Poesia, emozione, risate, tenerezza, calore dello stare insieme ai propri cari e brividi del vento freddo che sferza le steppe siberiane scatenando tempeste di neve…

È Slava’s Snowshow, geniale “spettacolo della neve”, appuntamento da non perdere per grandi e piccini, in scena al LAC da mercoledì 22 a domenica 26 marzo (Me-Ve ore 20:30, Sa-Do ore 16 e 20:30). Spettacolo che la critica ha definito “un classico del teatro del XX secolo”, creato nel lontano 1993 da Slava Polunin, considerato il miglior clown del mondo, nel giro di poco tempo si è rivelato un vero e proprio trionfo e da allora non si è mai fermato, ha ricevuto decine di premi ed è stato allestito in centinaia di città incantando milioni di spettatori in tutto il mondo. Uno spettacolo in cui poesia ed effetti speciali trovano una sintesi ideale, capace come nessun altro di suscitare stupore ed emozione, di esprimere sia il fascino del circo che la magia del teatro, di cui è protagonista il tenero clown in tuta gialla da lavoro e pantofole rosse, personaggio diventato ormai icona universale. Proposto a un pubblico a partire dagli 8 anni, Slava’s Snowshow invita anche gli adulti a tornare bambini, grazie alla mano sapiente di artisti capaci di dare vita a momenti di comicità esplosiva e di poesia struggente e malinconica, in un gioco semplice e divertente in cui i clown coinvolgeranno il pubblico.

Foto: Tommaso Giacopini © Elizabeth La Rosa
Foto: Tommaso Giacopini © Elizabeth La Rosa

Venerdì 24 e sabato 25 marzo alle ore 20:30 al Teatro Foce, Tommaso Giacopini, giovane drammaturgo, poeta e artista teatrale-musicale, riflette i violenti moti del macro-mondo delle ere geologiche nel micromondo di una giovane donna, Sofia, e del suo compagno Leonardo. Le cose sono come sono fino a quando non cambiano. Ci fu un tempo in cui i dinosauri dominavano il nostro pianeta. Poi un sasso dal cielo. Bum. Dodici metri di apertura alare è uno spettacolo sulla caducità dell’esistenza, su quanto ogni cosa debba distruggersi per potersi ricreare in una nuova forma. È così che Sofia si ritrova schiacciata tra distruzione e creazione nella propria intimità famigliare, scoprendo, nello stesso giorno della morte di sua madre, di essere incinta. Leonardo, suo compagno di vita, le è vicino e cerca come può di contenere il suo fiume di emozioni. Da un lutto una nascita, dalla paura il coraggio, dalla rabbia un tentativo di amore sconosciuto persino a lei stessa. La scrittura di Dodici metri di apertura alare è il frutto del percorso di formazione nell’ambito della scrittura teatrale promosso da Luminanza – Reattore per la drammaturgia contemporanea della Svizzera Italiana, iniziato da Giacopini nel 2021.
Lo spettacolo è in collaborazione con la Rassegna Home.

INFORMAZIONI e prevendita:
Biglietteria LAC Piazza Bernardino Luini 6 CH–6901 Lugano
Orari d’apertura Ma–Ve: 11:00–18:00 Sa–Do: 10:00–18:00
Tel. +41 (0)58 866 4222
www.luganolac.ch